Testo di Bianca “la Jorona” Giovannini

Tanta fatica ho fatto pe' esse me stessa
rinunce, mal de panza, dubbi a folla
ma sempre, da 'na certa in poi,
ho dato retta alla mia panza,
ar core e un poco pure al resto.
Ma che ce posso fà se a volte me dicono....

dicono che a volte non ho gusto
che parlo troppo
che bevo a garganella
che movo le braccia come se nun ce fosse un domani
che parlo poco
che strillo troppo
che canto piano
che dico parolacce
che esprimo i miei pensieri
che so' grassa
che dovrei mette la gonna
che rido a tutta gola
che magno prima de canta'

che porto le Superga e ciò è sospetto
che guardo li pischelli troppo a lungo
che vivo solo pe' li cani e pe' li gatti
che non ho figli
che mi infiammo troppo in fretta,
che abbozzo coi compagni
e che non so' de sinistra veramente
perchè ho messo Califano in trasmissione
senza la giusta analisi critica
che indìco gruppi de lavoro e poi
lascio che vadano avanti senza de me!

ma io so' me, io so' me, io so' me
ma che gioia, ma che gioia io so' me
io so' me, io so' me, io so' me
e venitece a dimme quarche cosa
m' arimbarza perchè io so' me
io so' me, io so' me, io so' me, io so' me
tanti anni e alla fine
io so' ME!

dicono che "apro bocca e tiro fiato"
epperò so' troppo razionale
che ingrasso in fretta
e bevo troppi alcoolici
che pe' 'na ragazza nun se fà
che sono troppo lideristica
che faccio molto gruppo
che sono strana
che amo troppo, eh, un pò troppo
che non so stare da sola
che sto troppo da sola
che so' vecchia ma troppo giovanile
la gente si fida di me ma non mi crede

dicono che sono schiva
che sono simpaticissima
che sono una persona difficile
che so' veterofemminista
che so' arcaicosocialista
che so' troppo de sinistra
che so' legalitaria
che sono troppo schierata